Invecchiamento della popolazione o ringiovanimento della società?

A cura di Marianna Madìa
Introduzione di Enrico Letta

In Italia oggi c’è un over 60 ogni quattro abitanti. Nel 2050 saranno quasi il doppio. Ma è in tutta l’Europa avanzata che la popolazione invecchia a ritmi ancor più veloci rispetto alle stime. Siamo di fronte a un cambiamento epocale nella composizione demografica, e dunque nella organizzazione delle nostre società. L’Italia presenta un quadro demografico ancor più preoccupante, con il quale le scelte politiche sono chiamate a confrontarsi: record per la bassa natalità e aspettativa di vita media sempre più lunga. Dunque, quali cambiamenti economici e sociali produce l’invecchiamento della popolazione? E’ una domanda che non possiamo più eludere. Quali, allora, le politiche per la famiglia da mettere in atto? Come è possibile gestire un’immigrazione di qualità e organizzare un mercato del lavoro efficiente? Realizzare un sistema sanitario e pensionistico sostenibile e adeguato? Come riformare il nostro welfare, invecchiato insieme alla popolazione? A tutti questi interrogativi intende dare una risposta il volume che, nell’introduzione, pone l’accento anche sul problema politico che il fenomeno dell’invecchiamento porta con sé: chi farà il "sindacato delle giovani generazioni" se il corpo elettorale sarà sempre più anziano?

Il Mulino “Arel”, pp. 174