Sintetica descrizione del disegno di legge delega sulla riforma previdenziale

Il 13 Maggio 2004 il Senato ha approvato il disegno di legge delega previdenziale (A.S. n. 2058), che adesso passa nuovamente all’esame della Camera dei Deputati, in una versione diversa rispetto a quella che la Camera aveva già votato in prima lettura lo scorso anno. Nell’attuale configurazione, il disegno di legge continua a prefiggersi i tre obiettivi alla base dell’originaria proposta governativa:

  •  il miglioramento della sostenibilità finanziaria del sistema pensionistico, in particolare nel tentativo di ovviare ai tempi lunghi di attuazione della riforma del 1995;
  • l’allungamento delle carriere lavorative, al duplice scopo di innalzare il tasso di occupazione degli anziani e di migliorare l’adeguatezza delle prestazioni cui gli stessi avranno accesso dopo il pensionamento;
  • la modernizzazione del sistema, attraverso lo sviluppo del pilastro privato regolamentato dei fondi pensione e l’estensione della copertura pensionistica pubblica per i lavoratori atipici.

Il disegno di legge persegue tali obiettivi attraverso le linee di intervento di seguito sinteticamente illustrate.

Scritto da: Marianna Madìa, Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno