CONVEGNO – In occasione del convegno organizzato dall’Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori, si ripropone uno spunto di riflessione già diffuso nei mesi scorsi. E’ utile a “dimensionare” l’effettiva ampiezza che potrebbe avere l’agenda riformista. A confronto, la liberalizzazione della vendita di SoP ed OTC, con la previsione della presenza in loco di un farmacista abilitato, appare un primo equilibrato passo. A chi giova il prezzo unico nazionale dei farmaci?