CERM








Fabio PammolliFabio Pammolli. Lucca, 1965.

È professore ordinario di Economia e management presso il Politecnico di Milano, Italia (www.polimi.it).

È stato professore ordinario di Economia e management presso IMT Alti Studi Lucca (2004-2016), Italia (www.imtlucca.it), il più giovane tra gli Istituti di Alti Studi a Ordinamento Speciale del sistema Universitario Italiano.

Di IMT Alti Studi Lucca è stato il primo Rettore (2003-2012), costruendo l’Istituto come Scuola di Dottorato a forte vocazione internazionale. L’apertura internazionale delle selezioni per allievi e ricercatori e un modello originale di organizzazione della ricerca, incentrato sull’analisi multidisciplinare di un’ampia varietà di sistemi, hanno consentito a IMT di affermarsi come centro riconosciuto su scala internazionale. Attualmente è il Coordinatore del nuovo Ph.D. in Economics, Management, and Data Sciences. Presso IMT è titolare del corso di Management Science e Corporate Finance e del corso di Analytics and Data Science for Economics and Management. È Presidente della Fondazione CERM, Roma (www.cermlab.it).

Dal 2005 è Visiting Research Fellow di Boston University, presso il Center for Polymer Studies, Dept. of Physics, Boston (http://polymer.bu.edu/staff.html), dove collabora con H.E. Stanley nell’analisi dei processi di crescita, dell’instabilità e delle dinamiche competitive nei sistemi industriali.

Nel 2013 è stato Visiting Research Fellow a Sciences Po, Parigi (OFCE) e presso la London School of Economics (STICERD). Nel 2014 è stato Visiting Scholar presso il Dipartimento di Economics di Harvard University e presso il Laboratory for Information and Decision Systems (LIDS) del Massachusetts Institute of Technology di Boston.

Dopo la laurea in Economia nel 1987, tra il 1988 e il 1991 ha frequentato il Corso di Perfezionamento triennale presso la Scuola Superiore Sant’Anna e nel 1990 è risultato vincitore del concorso per ricercatore di Economia e Management presso la Facoltà di Economia Richard Goodwin dell’Università di Siena. Nel 1991, durante il Perfezionamento, è stato vincitore di una Borsa di Studio Nato-CNR che gli ha consentito di trascorrere un periodo di studio e ricerca presso la Northeastern University e presso il MIT di Boston.

Nel 1998 è stato chiamato come Professore Associato all’Università di Siena e nel 2001 ha preso servizio come Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università di Firenze.

Oltre a diversi volume sui temi dell’economia industriale e dell’innovazione, ha pubblicato articoli scientifici su riviste come Science, Nature Reviews, Nature Physics, The Proceedings of the National Academy of Sciences (cover article, Dec. 27, 2005, vol. 102, n. 52), The Journal of the European Economics Association, The International Journal of Industrial Organization, Management Science, Research Policy, European Management Review, Physical Review E, Physica-A, Revue d’Economie Industrielle, Small Business Economics, Health Affairs, R&D Management, E. Journal of Health Economics, Europhysics Letters, Economics Letters. H index: 31 (Google Scholar); 20 (Scopus).

È stato membro della Commission on Intellectual Property Rights, Innovation and Public Health (CIPIH), World Health Organization, che ha pubblicato il Report on Public Health, Innovation and Intellectual Property Rights (2006). Nel 2008-9 ha collaborato alla redazione del Libro Bianco su “La vita buona nella società attiva: Il libro bianco sul futuro del modello sociale”.

È stato membro della Commissione Prezzi e Rimborsi del Ministero della Salute (2001-2008), del Comitato Scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità (2001-2006), della Commissione per la Valutazione della Spesa Pensionistica (2011-2012), del Gruppo di Lavoro per il Monitoraggio dell’impatto delle Riforme del Mercato del Lavoro (2013-2015), della Commissione di Compatibilità Economica per la Valutazione dei Costi e delle Ricadute Economiche per la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020. Ha prodotto rapporti e ricerche per DG Enterprise, Commissione Europea, sulla competitività e sulla regolazione dei settori farmaceutico, biotecnologico e delle apparecchiature biomedicali.

Le sue ricerche riguardano principalmente: Analisi delle dinamiche industriali e della crescita delle imprese; Analisi economica dei sistemi d’innovazione e di ricerca; Analisi economica dei sistemi di welfare, sanitario, pensionistico.