Sono molteplici gli elementi da considerare per valutare sia la dinamica del tasso di cambio Euro/Dollaro dalla metà del 2007 in poi, sia le scelte contemporaneamente compiute da BCE e FED (cfr. Quaderno CERM n. 1-2008). Tra questi elementi, sicuramente rientrano i conti esterni degli Stati Uniti, riportati in dettaglio nell’allegato file xls di fonte BEA (Bureau of Economic Analysis).

Scritto da: Bureau of Economic Analysis (US Department of Commerce)