La Nota sinteticamente argomenta l’opportunità/necessità di ripristinare uno schema di compartecipazione ai costi sanitari comune a livello nazionale.

Sarebbe contemporaneamente un fattore di coesione territoriale (aumenterebbe l’affidabilità riconosciuta tra Regioni, in un Paese in cui è necessario mantenere rilevanti flussi redistributivi interregionali per assicurare i LEA) e di coesione sociale (permetterebbe di rinnovare le basi universalistiche tradizionalmente proprie del sistema italiano).

Scritto da: Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno