Green new deal e fondi UE – Il treno dello sviluppo che non possiamo perdere

In Europa si è aperta una stagione nuova nei rapporti tra politica monetaria, politiche fiscali, riforme strutturali. A dircelo sono state le decisioni sui tassi di interesse e sull’acquisto di titoli che hanno accompagnato il passaggio di consegne da Mario Draghi a Christine Lagarde, l’insediamento della nuova Commissione guidata da Ursula von der Layen; e il lancio del green deal per la riduzione delle emissioni, la proposta franco tedesca di una Conferenza sul futuro dell’Unione, e il ruolo assegnato a Marco Buti, e a Paolo Gentiloni.