Fondi pensione e fondi sanitari: prove tecniche di convergenza

Un legame, a oggi sottaciuto – e, soprattutto, non contemplato nel disegno di legge delega in materia previdenziale che detta le linee guida degli interventi del governo nei prossimi mesi – tra il pilastro privato collettivo pensionistico (i fondi pensione) e il pilastro privato collettivo sanitario (i fondi sanitari) potrebbe, se opportunamente valorizzato in termini di design e gestione degli strumenti, dare un nuovo impulso alla riforma del sistema del welfare. La normativa vigente sui fondi pensione permetterebbe già il perseguimento di finalità “sanitarie” tramite lo smobilizzo di una percentuale prefissata del capitale in maturazione, l’inserimento nel patrimonio del fondo di una polizza sanitaria coprente la collettività dei partecipanti da eventi in corso vita lavorativa, l’acquisto, attraverso il capitale maturato a scadenza, di una polizza long term care coprente la collettività dal rischio di non autosufficienza.

Scritto da: Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno