(dicembre 2013)

Gianluca Baio è un lecturer in Medical Statistics presso il Department of Statistical Science, University College London (UK). I suoi interessi di ricerca si concentrano intorno all’applicazione di metodi Bayesiani, in particolare per la valutazione economica in sanità, modelli gerarchici e inferenza causale da dati osservazionali. Ha pubblicato in diverse riviste internazionali peer-reviewed, come ad esempio The Journal of Applied Statistics, Statistical Methods in Medical Research, Spatial and Spatio-temporal Epidemiology, Value in Health, Pharmacoeconomics, Health Policy, Medical Care, BMJ, The British Journal of Cancer, PLOS One, International Journal of Epidemiology. È autore di due libri su metodi Bayesiani in economia sanitaria e co-autore del rapporto “Medical Devices Competitiveness and Impact on Public Health Expenditure”, sviluppato per la commissione europea. I suoi progetti di ricerca attuali includono un progetto triennale finanziato dal UK Medical Research Council per lo studio di metodi di regression discontinuity design in epidemiologia e lo sviluppo di analisi di costo-efficacia per vari interventi sanitari.

 

Luca Di Gialleonardo è ricercatore presso Mefop S.p.A. (Sviluppo Mercato Fondi Pensione) con particolare riguardo al tema della pianificazione previdenziale e ai profili economico-finanziari e attuariali della previdenza complementare. Ha conseguito la laurea in Economia e istituzioni dei mercati finanziari e il Master in Economia e Istituzioni presso l’Università di Roma Tor Vergata.

 

Petar Jevtic ha ottenuto un Ph.D. in Economia nel 2013, con indirizzo in Statistica e Matematica Applicata presso l’Università di Torino. Durante il dottorato, è stato visiting presso la “Wharton School”, University of Pennsylvania, presso il Dipartimento di Statistica. Nel 2006 ha ottenuto un diploma di Master rilasciato congiuntamente dalla Facoltà di Economia dell’Università di Belgrado e HEC Paris. Nel 2004 ha ottenuto una Laurea in Ingegneria presso la Facoltà di Ingegneria Elettronica dell’Università di Belgrado. Attualmente è ricercatore post-doc presso il Dipartimento di Matematica e Statistica della McMaster University, Canada. I suoi interessi di ricerca includono: modelli stocastici per la mortalità, finanza matematica, controllo ottimo applicato agli schemi pensionistici e processi “Marked point”.

 

Laura Magazzini è ricercatore confermato di econometria presso l’Università di Verona (www.univr.it). I suoi interessi di ricerca si concentrano nel campo dell’economia dell’innovazione e delle dinamiche industriali con un focus sul mercato farmaceutico. Attualmente sta scrivendo un libro sull’innovazione e la concorrenza nel settore farmaceutico internazionale. Ha pubblicato in riviste quali: The Economic Journal, Management Science, Revue d’Economie Industrielle, Research Policy, The European Journal of Health Economics, Empirical Economics.

 

Leopoldo Mondauto è ricercatore ad Italia Lavoro dal 2004 dove si occupa di analisi del mercato del lavoro e valutazione di politiche pubbliche. Coordina il gruppo di ricerca impegnato nell’individuazione di mappe territoriali del rischio di ricorso a manodopera irregolare da parte delle imprese italiane. Per conto di Italia Lavoro ha seguito presso la Direzione del Mercato del Lavoro dell’OCSE (2011-2012) un progetto di ricerca sugli effetti dei regimi di protezione all’impiego. È membro del Comitato Tecnico Nazionale per il Monitoraggio dell’impatto delle Riforme del Mercato del Lavoro (dal 2013) e del Gruppo Tecnico interistituzionale sul Sistema informativo delle Comunicazioni Obbligatorie (dal 2010). Laureato in Matematica, ha conseguito un Master in Statistica presso l’Università di Roma La Sapienza ed è dottorando in Economia presso IMT Lucca.

 

Antonello Motroni è ricercatore presso Mefop S.p.A. (Sviluppo Mercato Fondi Pensione) con particolare riguardo ai profili economico-finanziari e attuariali della previdenza complementare. Tra il 2004 e il 2006 ricercatore presso l’Isimm (Istituto per lo Studio dell’Innovazione – Media Economia Società Istituzioni) dove si è occupato di finanziamento pubblico dell’editoria e di regolamentazione del settore radio-televisivo e della telefonia mobile. Laureato in Economia e commercio ha conseguito il Master in Economics presso l’Università di Roma Tor Vergata.

 

Francesco Porcelli è attualmente lecturer in economics presso l’Università di Exeter. Dopo essersi laureato in economia e commercio presso l’Università di Bari nel 2003, ha conseguito, presso l’Università di Warwick il master in economia nel 2007 e il dottorato di ricerca in economia nel 2012 sotto la supervisione di Ben Lockwood e Wiji Arulampalam. Gli interessi di ricerca di Francesco Porcelli si concentrano sull’analisi dei meccanismi decisionali dei governi locali e sulla capacità dei sistemi di incentivo e del decentramento fiscale di stimolare l’efficienza nel fornitura dei servizi locali. Egli è anche interessato a studiare le relazioni fiscali intergovernative e come le variabili politiche alterano il flusso di trasferimenti, la pressione fiscale locale, e l’efficienza nella fornitura di servizi locali. I suoi metodi di ricerca sono basati prevalentemente sull’uso di modelli econometrici e tecniche quasi sperimentali, come difference-in-difference analysis e regression discontinuity. L’attività di insegnamento di Francesco Porcelli si concentra prevalentemente sulle materie oggetto della sua ricerca: economia pubblica e federalismo fiscale.

 

Luca Regis è Assistant Professor presso l’IMT Institute for Advance Studies, Lucca. Ha conseguito la Laurea Specialistica summa cum laude in Finanza (2006) ed il Ph.D. in Statistica e Matematica Applicata (2011) presso l’Università di Torino. È stato Assegnista di Ricerca presso l’Università di Torino e Vice Direttore del Master in Insurance and Risk Management presso il Collegio Carlo Alberto. È stato consulente in ambito di Risk Management per alcune banche e compagnie assicurative italiane. La sua ricerca, nell’ambito della matematica attuariale, riguarda pensioni, valutazione e copertura del rischio di longevità e previsione dei tassi di mortalità.

 

Massimo Riccaboni è professore ordinario di Economia e Management presso l’IMT Lucca. Laurea in Economia Politica conseguita nel 1996, Università Luigi Bocconi, Milano. Visiting Scholar, 1999-2000, Carnagie Mellon University, Pittsburgh. Dottorato di Ricerca in Economia e Management conseguito nel 2000, Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa. Research Fellow, Scancor, Stanford University, Dicembre 2000- Febbraio 2001. Assegnista di Ricerca, 2001-2002, Università di Siena. Ricercatore, 2002-2005, Università di Firenze. Le sue ricerche riguardano: Economia dell’Innovazione, Dinamica Industriale e Analisi delle Reti. Ha pubblicato, tra l’altro, su: Proceedings of the National Academy of Sciences, Physica A, Management Science, International Journal of Industrial Organization, Small Business Economics, Research Policy, International Journal of Technology Management, Health Affairs, Health Policy, Biofutur, Journal of Management and Governance.

 

Armando Rungi è un assegnista di ricerca in Economia Applicata presso AXES, l’unità di ricerca dell’IMT Lucca che si occupa di analisi di sistemi economici complessi. Egli è anche ricercatore associato alla Fondazione ENI Enrico Mattei (FEEM) e al centro di ricerca ISLA – Bocconi. Nel 2011 ha ottenuto il dottorato un PhD in Economia e Diritto Internazionale presso l’università Bocconi do ve si è anche laureato in economia internazionale. Ha lavorato come ricercatore Marie Curie senior presso l’università di Varsavia sull’implementazione di metodi quantitativi nella soluzione di controversie commerciali internazionali. In precedenza ha svolto periodi di ricerca presso l’OCSE, la Banca di Francia e il CEPII (Centre d’Etudes Prospectives et d’Informations Internationales) a Parigi. Ha inoltre svolto attività di docenza presso l’università Sciences Po di Parigi. I suoi interessi di ricerca includono: il commercio internazionale, l’organizzazione industriale, la microeconometria, le politiche commerciali, l’economia delle risorse naturali e la transizione al mercato. Egli ha maturato una consolidata esperienza nell’analisi di microdati a livello di prodotto e di impresa attraverso l’utilizzo di tecniche di ‘panel data’, modelli di scelta probabilistica e di variabili dipendenti nominali.

 

Valentina Tortolini è Assistant Researcher presso IMT Lucca, nell’unità di ricerca AXES che si occupa dell’analisi di sistemi economici complessi. Ha conseguito nel 2013, il dottorato di ricerca in Statistica Applicata presso il Dipartimento di Statistica G. Parenti dell’Università di Firenze dove ha conseguito anche la laurea magistrale in Scienze Statistiche ed Attuariali. Ha anche lavorato come Ricercatore Junior presso Conferservizi, occupandosi dello sviluppo di modelli econometrici per l’analisi delle public utilities e presso IRPET, Istituto Regionale per la Programmazione Economica Toscana, occupandosi dello sviluppo di un modello econometrico per la stima dei consumi nei comuni toscani. È stata assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Statistica G. Parenti lavorando su due progetti; uno dedicato all’analisi di grandi database amministrativi, il secondo centrato sull’analisi della competitività delle imprese. Ha maturato una solida esperienza nell’analisi di dati micro e nell’analisi di grandi data base attraverso tecniche econometriche e analisi delle distribuzioni con metodi parametrici e non parametrici.

 

Francesco Vidoli è ricercatore in SOSE SpA nell’area metodologica, dottorato di ricerca in “Economia, matematica e statistica dei fenomeni sociali” presso l’Università di Roma La Sapienza (titolo della tesi: “A comprehensive model for the evaluation of the local governments’ expenditure needs and the essential level of local services”, prof. da Empoli). Docente (dal 2004) del corso integrativo in Statistica Economica, Università Roma Tre – prof. C. Mazziotta [seminari su Data Envelopment Analysis e valutazione dell’efficienza nei servizi pubblici]. Dal 2011 lavora in SOSE alla determinazione dei Fabbisogni Standard di spesa per i Comuni e le Province italiane, con una particolare attenzione all’efficienza tecnica. I principali interessi di ricerca di Francesco Vidoli sono nel campo dei metodi non parametrici per la stima dell’efficienza produttiva, nelle tecniche per la determinazione degli indicatori compositi e nella ricostruzione di dati disaggregati con effetti spaziali (metodi di tipo Chow-Lin spaziali). Associato AISRE e SIS (junior scholar).

 

Guido Borà è dipendente presso l’Università di Siena e Reseach assistant AXES – Laboratory for the Analysis of compleX Economic Systems dell’IMT  di Lucca. È dottore di  Ricerca in Scienze Cognitive e Neuroscienze presso l’Università di Siena. Gli interessi di ricerca riguardano l’evoluzione delle reti sociali nei rapporti tra individui, lo studio dell’omofilia nell’ambito dell’economia sperimentale.

 

Past External Collaborators

Nel corso del tempo, CERM ha potuto contare sul contributo di numerosi valenti collaboratori esterni, su specifici settori, contributi, e pubblicazioni. Tra gli altri:

Claudia Oglialoro
Gianluca Papa
Chiara Bonassi