CERM


Editoriale

Fabio Pammolli
NUOVI LAVORI CON REGOLE D’ALTRI TEMPI
Il Jobs Act ha davvero trasformato le regole sul lavoro? La discontinuità, certo, c’è stata. Ma una riflessione è necessaria. A imporla, sono cambiamenti epocali nella tecnologia e nella demografia. La narrativa e il confronto si sono polariz [...]

> Leggi l'articolo intero

La settimana

Selezioni dalla rete del 28.04.17
A cura di Guido Borà

ISTAT - Il futuro demografico del Paese

La popolazione residente attesa per l'Italia è stimata pari, secondo lo scenario mediano, a 58,6 milioni nel 2045 e a 53,7 milioni nel 2065. La perdita rispetto al 2016 (60,7 milioni) sarebbe di 2,1 milioni di residenti nel 2045 e di 7 milioni nel 2065. Tenendo conto della variabilità associata agli eventi demografici, la stima della popolazione al 2065 oscilla da un minimo di 46,1 milioni a un massimo di 61,5. La probabilità di un aumento della popolazione al 2065 è pari al 7%.

Servizio studi di Camera e Senato - Documento di economia e finanza 2017

Per quel che concerne l’Area dell’euro, il DEF sottolinea come nel 2016 la ripresa economica si sia consolidata. La crescita del PIL dell’area nel 2016, pari all’1,7%, in marginale accelerazione rispetto all’anno precedente (1,6%), è principalmente attribuibile al contributo dei consumi privati. La ripresa economica continua inoltre a beneficiare – sottolinea il DEF - della buona performance del mercato del lavoro, conseguente alle riforme strutturali operate in diversi Stati membri: il tasso di disoccupazione, sebbene si mantenga ancora su livelli elevati, è sceso gradualmente nel corso del 2016 (10% in media d’anno) raggiungendo il 9,6% a gennaio 2017 (dal 10,3 del gennaio 2016).

ISTAT - Notifica dell’indebitamento netto e del debito delle amministrazioni pubbliche secondo il trattato di Maastricht

Nel 2016 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-40.809 milioni di euro) è stato pari al 2,4% del Pil, in diminuzione di circa 3,4 miliardi rispetto al 2015 (-44.197 milioni di euro, corrispondente al 2,7% del Pil). Il saldo primario (indebitamento netto al netto della spesa per interessi), stabile rispetto al 2015, è risultato positivo e pari all’1,5% del Pil. La spesa per interessi, che secondo le nuove regole non comprende l’impatto delle operazioni di swap4, è stata pari al 4% del Pil, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al 2015.

Eurostat - Unemployment rates in the EU regions ranged from 2.1% to 31.3%

More than 80% of the NUTS 2 regions of the European Union (EU) saw their unemployment rate fall in 2016 compared with 2015, and around 60% recorded a decrease of at least 0.5 percentage points. However, regional unemployment rates continued to vary widely across the EU regions, with the lowest rates recorded in Niederbayern (2.1%) in Germany and Praha (2.2%) in the Czech Republic, followed by the German regions of Oberbayern (2.4%), Mittelfranken and Unterfranken (both 2.5%) and Tübingen (2.6%).

Noi Italia | Edizione 2017 - Sanità e salute

Nel 2014 la spesa sanitaria delle famiglie rappresenta il 2,1% del Pil; le famiglie italiane hanno contribuito alla spesa sanitaria complessiva per il 23,3%, in lieve aumento rispetto all’anno precedente, ma in calo di oltre due punti percentuali rispetto al 2001. Nel 2015 la spesa sanitaria pubblica corrente ammonta a circa 112 miliardi di euro (circa 1.838 euro annui per abitante), pari al 6,8 % del Pil.



SOCIAL
TWITTER
30.04.2017

Vi aspettiamo a #Polignano per parlare di #casa #sanità #fondi e del fondamentale dialogo con la #Regione #Puglia.
https://t.co/ch2Uv06R8O

28.04.2017

Approvata mozione #sanità #M5S @GiuliaGrilloM5S per abbattere tempi liste d’attesa e regolamentare intramoenia
https://t.co/KXC0w9A9fR

22.04.2017

#Vietnam Latest News published a mini story about me (in Vietnamese)–Fr #welfare to self-made #millionaire.🙏 #tech
https://t.co/ggZjgLT3BU

25.04.2017

#Dependency on govt handouts, #welfare #affirmativeaction equate to #slavery We must say, Never Again! #BlackTwitter
https://t.co/CKaZupNw6r



12.10.2015
> Mauro Marè
> Fabio Pammolli

PER SALVARE LE PENSIONI BISOGNA DEFISCALIZZARE IL FUTURO DEI GIOVANI

L’aumento dell’aspettativa di vita, la riduzione dei tassi di fertilità e la scarsa crescita rischiano di rompere il patto tra generazioni. Vanno assicurati contributi più leggeri per gli italiani under 25.

[...]

> Leggi l'articolo intero

07
08
2015
> Fabio Pammolli
> Francesco Porcelli
> Francesco Vidoli
> Guido Borà
LA SPESA SANITARIA DELLE REGIONI IN ITALIA – SANIREGIO2015

Saniregio2015 fornisce un’analisi della spesa sanitaria corrente delle singole Regioni italiane. Introduciamo un meccanismo di calcolo del fabbisogno standard basato sulla stima di una funzione di spesa, un modello empirico derivato dalla fu [...]

> Leggi l'articolo intero


07
02
2015
> Lawrence Kotlikoff
WHAT’S THE MOST FISCALLY RESPONSIBLE COUNTRY IN THE DEVELOPED WORLD?

Editor’s Note: Making Sen$e Social Security columnist Larry Kotlikoff recently returned from Rome, where he spoke with Italy’s new economic minister. From the outside, it’s easy to assume that Italy, with 13 percent unemployment, is in bad s [...]

> Leggi l'articolo intero


UNIVERSAL HEALTH COVERAGE: THE HOLY GRAIL? 21ST ANNUAL LECTURE PUBLICATION

The 21st OHE Annual Lecture was given by Professor Anne Mills, London School of Hygiene and Tropical Medicine, on the subject of Universal Health Coverage in low- and middle-income countries. It is now available as a publication and can be downloa [...]

> Leggi l'articolo intero


06
01
2015
> Fabio Pammolli
GLI SCANDALI NON AFFOSSINO L’OPPORTUNITÀ FEDERALISTA – CORRIERE DELLA SERA

Ostacoli – All’Italia servono meno spesa e più efficienza: a garantirle non saranno pulsioni neocentraliste

Sembra non finire mai la transizione istituzionale che ha segnato i rapporti finanziari tra lo Stato e gli enti locali [...]

> Leggi l'articolo intero


02
12
2014
SEMINARIO A PORTE CHIUSE CERM E CRUSOE SULLA SANITÀ DEL FUTURO

Il prossimo 15 dicembre, alle ore 15.30, presso il Ministero della Salute, nella sala della Biblioteca, si terrà un importante dibattito a porte chiuse su una delle sfide chiave per la nostra società, chiamata ad affrontare le sfide dell’invec [...]

> Leggi l'articolo intero


IDEALOGUE FOR INNOVATION: A CONVERSATION WITH ITALY’S FABIO PAMMOLLI

William Looney, Direttore di Pharmaceutical Executive, intervista Fabio Pammolli: IDEAlogue for Innovation: A Conversation with Italy’s Fabio Pammolli

[...]

> Leggi l'articolo intero

01
08
2014
> Mauro Marè
> Fabio Pammolli
IL WELFARE E LE GENERAZIONI – CONVEGNO CERM E CRUSOE

Il 21 luglio, con un seminario su sostenibilità del welfare, conflitto generazionale e spesa sanitaria, il centro di ricerca economica CERM e il sito di informazione economica Crusoe hanno avviato la loro attività in comune.

Animate da Al [...]

> Leggi l'articolo intero


04
06
2014
PARTICIPATION IN CONFERENCES

Fabio Pammolli participated, as invited speaker, to the following events:

TIGER Forum 2014, Toulouse, June 2-6
Centesimus Annus Foundations, 2014 International Conference, Rome and The Vatican, May  8-10

[...]

> Leggi l'articolo intero

23
05
2014
THE SWITCH PROJECT LATEST PUBLICATIONS

The Switch Project Team has posted new items:

A birds-eye view of SWITCH big data project, by Greg Morrison
Demographic uncertainty, the financing mix and the sustainability of welfare system, by Luca Regis
Biomedical Innovat [...]

> Leggi l'articolo intero